29 marzo 2015 – Inaugurazione Bunker di Marnate

Aderiamo all’inaugurazione del “bunker” costruito durante la Seconda Guerra Mondiale che diventerà uno dei tanti luoghi di recupero e valorizzazione storica e culturale della Valle Olona.

29mar2015Manifesto100

Annunci

Qualche risposta arriva

Dopo quasi tre mesi finalmente sembra che le Amministrazioni abbiano deciso di convocare una commissione consigliare aperta al pubblico per discutere la questione della bonifica e del futuro del polo chimico ex-Montedison.

Il sindaco di Castellanza ha annunciato che martedì 11 febbraio p.v. si terrà la commissione consigliare che avevamo richiesto. Attendiamo le convocazioni ufficiali per conoscere l’ora, il luogo e i partecipanti.

La commissione deve porsi l’obiettivo di indirizzare le Amministrazioni di Castellanza e Olgiate ad intervenire sui propri strumenti urbanistici per vincolare i progetti di riutilizzo dell’area ad una visione unitaria dell’intero sito che ne preveda necessariamente la completa bonifica e la compatibilità ambientale con il territorio circostante.

Comunicheremo quanto prima l’ora e il luogo esatti della commissione. E’ importante che i cittadini siano presenti per ottenere un recupero del territorio che rispetti le esigenze di vivibilità di tutti coloro che vivono attorno al sito.

Precisazioni dovute

Avevamo preparato questo articolo prima che fosse stabilita la data della riunione della Commissione Istruttoria che ha portato alla bocciatura del progetto della Elcon a Castellanza e non lo abbiamo pubblicato allora per lasciare spazio a notizie che erano ben più importanti.

Ora che questo primo ed essenziale risultato è stato raggiunto e ci stiamo attivando per ottenere la bonifica del polo chimico, nella speranza che queste note chiudano una polemica inutilmente rinfocolata, dobbiamo smentire alcune falsità che sono state pubblicate sul sito di Assemblea Popolare NoElcon lunedì 26 agosto 2013.

All’interno del Comitato ValleOlonaRespira non vi sono e non vi sono state persone che fanno riferimento in qualche modo a gruppi di estrema destra di ispirazione nazifascista.

E’ vero, come è noto anche agli aderenti ad Assemblea Popolare visto anch’essi vi partecipavano, che alle prime riunioni fatte poco prima e poco dopo la costituzione del Comitato, qualche persona che avesse tali orientamenti era presente. Sempre in quelle riunioni, a proposito della manifestazione del 19 maggio 2012 e della presenza in tale manifestazione di esponenti dei gruppi di estrema destra, la discussione sulla identità antifascista del Comitato era stata fatta ed aveva portato a chiarire che il Comitato e chiunque vi avesse aderito si sarebbe mosso nel rispetto dei principi ispiratori della nostra Costituzione.

Il riferimento alla stessa è inserito nell’atto costitutivo di ValleOlonaRespira.

Dalla sua costituzione, tutte le settimane, e non a seconda del vento (come dice l’articolo di Assemblea Popolare), il Comitato si riunisce nei locali della sede ANPI di Castellanza.

Le persone che facevano riferimento ai gruppi di estrema destra non si sono iscritte al Comitato e non hanno più partecipato alle riunioni dello stesso.

La pagina Facebook citata nell’articolo, aperta nei giorni convulsi della primavera del 2012, con il Comitato ValleOlonaRespira in fase di costituzione, non è mai stata la pagina ufficiale del Comitato, che ha in rete il suo riferimento ufficiale nel sito https://valleolonarespira.wordpress.com,  che non rimanda a tale pagina. Coloro che la utilizzano lo fanno a titolo personale. Per chiudere ulteriori fraintendimenti, su Facebook è stato aperto un gruppo “Comitato Civico ValleOlonaRespira” con nuovi amministratori ma che, per le modalità di comunicazione che i social network consentono, non può essere considerato la voce ufficiale del Comitato.

Ci dissociamo dagli attacchi contenuti nell’articolo alla sezione ANPI di Castellanza, che ha sempre sostenuto esplicitamente la battaglia contro l’impianto Elcon. Quando vi è stata occasione di incontro con aderenti ad Assemblea, i rappresentanti di ValleOlonaRespira hanno chiarito in modo trasparente tutti gli aspetti che hanno generato le incomprensioni relative alla giornata del 20 aprile 2013 che strumentalmente sono state denunciate.

Non pensiamo di dover aggiungere nulla altro e vogliamo sperare che queste righe servano a mettere la parola fine a polemiche poco produttive.

ADIOS ELCON: FESTAPERITIVO PER FESTEGGIARE IL NO ALLA ELCON!

Mercoledì 25 settembre è stato pronunciato dalla Regione Lombardia il NO definitivo all’impianto di smaltimento di rifiuti tossici e pericolosi che Elcon avrebbe voluto insediare a Castellanza.

ImmagineI

DOPO OLTRE UN ANNO DI LOTTA IL COMITATO VALLE OLONA RESPIRA VUOLE FESTEGGIARE ASSIEME A TUTTI I CITTADINI! 

Per chi vuole, ci vediamo SABATO 28 SETTEMBRE (domani) dalle 17  al Circolo Famigliare in viale Lombardia 39 a Castellanza. 

CHI LO DESIDERA PUO’ PORTARE QUALCOSA DA MANGIARE DA CONDIVIDERE E INSIEME BRINDEREMO ALLA VITTORIA!

La festa si terrà nel cortile interno (tempo permettendo, altrimenti al circolo). Passiamo dal Circolo e brindiamo, suoniamo, balliamo….in qualsiasi modo festeggiamo!!!

Ce l’abbiamo fatta!! (almeno per ora…)

Il giorno per il quale abbiamo tanto lottato è finalmente arrivato:

il progetto Elcon non verrà realizzato!!!

 

La notizia è stata confermata dall’Assessore Regionale all’Ambiente Claudia Maria Terzi. Qua trovate un articolo a riguardo: http://www.informazioneonline.it/LAY009/L00908.aspx?arg=1050&id=12502. Stiamo cercando di raccogliere ulteriori e specifiche informazioni riguardo alle modalità tramite le quali si è conclusa la vicenda. A breve vi daremo altre notizie. 

Sono molti i pensieri che affollano, in questo momento, le nostre menti. Ci sarà tempo e modo per riflettere su questa lunga vicenda che dura ormai da quasi due anni. Per ora diciamo solo un grazie a tutti i cittadini che si sono impegnati  nella battaglia. A tutti coloro che hanno dato un po’ del loro tempo libero per difendere il bene comune.

Lo sappiamo bene, non è finita. Vi sono altre cose per cui lottare: la bonifica del polo, la riconversione. Oggi, però, godiamoci questa vittoria.

[ore 19.27 – Aggiornamento] Riceviamo dall’Ing. Dadone, [Dirigente Unità Organizzativa Valutazione di impatto ambientale e Sviluppo sostenibile] il Comunicato Ufficiale di Regione Lombardia che vi riportiamo qui sotto:

COMUNICATO STAMPA

Elcon, Terzi: «Da Commissione VIA parere sfavorevole»

L’Assessore: «Troppe criticità, incongruenze nella documentazione»

Milano, 25 settembre 2013

«La Commissione VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) di Regione Lombardia ha completato il suo esame con un parere sfavorevole  in ordine alla compatibilità ambientale del progetto di impianto di trattamento di rifiuti proposto dalla società Elcon Italy s.r.l. nel Comune di Castellanza». A darne notizia è l’Assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile Claudia Maria Terzi..

TROPPE CRITICITÀ – «Troppe e troppo importanti – spiega l’Assessore – le criticità ambientali emerse durante l’istruttoria, molte delle quali opportunamente segnalate dagli Enti locali nonché dai rappresentanti di Comitati e Associazioni operanti sul territorio, ai quali è stata data possibilità di partecipare alla sessione della Conferenza dei Servizi dello scorso 18 giugno e che ringrazio per la concreta collaborazione. Allo stato attuale, tali criticità non consentono di definire nel dettaglio il quadro progettuale e le condizioni di esercizio dell’impianto e, di conseguenza, di delineare in modo completo i possibili impatti sull’ambiente».

I PROBLEMI EMERSI – «Secondo i tecnici di Regione Lombardia – afferma Terzi – la documentazione presentata da Elcon, oltre a presentare numerose incongruenze, non è sufficiente per valutare adeguatamente le caratteristiche tecnologiche dell’impianto”.

intestazione

_DSC9401

 

FACCIAMOCI SENTIRE: martedì 18 giugno presidio in Regione

FACCIAMOCI SENTIRE!!

In concomitanza con la seconda seduta della Conferenza dei Servizi

PRESIDIO presso la sede di Regione Lombardia, 

via Melchiorre Gioia, dalle ore 9.00 in avanti 

[come nel presidio del 19 luglio 2012, saremo davanti a Piazza Città di Lombardia, sotto al nuovo Palazzo della Regione].

PORTIAMO PENTOLE, MESTOLI E ALTRI OGGETTI DELLA QUOTIDIANITA’  PER FAR SENTIRE LA VOCE DEI CITTADINI DELLA VALLE OLONA CHE CHIEDONO RISPETTO PER IL LORO FUTURO!!

Chi lo desidera può partire con noi dalla Stazione Trenord di Castellanza con il treno delle ore 7.55. [ritrovo per fare i biglietti alle 7.30]. Altrimenti ci vediamo direttamente a Milano, dalle 9 in poi [fino alla fine della Conferenza dei Servizi].

popolo viola

ABBIAMO FATTO TROPPO PER FERMARCI ORA!

Invitiamo quindi TUTTI voi ad essere presenti per ribadire:

Il nostro NO all’impianto Elcon

La necessità e l’urgenza della BONIFICA TOTALE del Polo Chimico ex-Montedison

5 maggio 2013: giornata per l’Olona all’Approdo Calipolis

Ruota OlonaOggi è stata una bella giornata. Questa mattina  ci siamo trovati all’Approdo Calipolis, lungo le sponde dell’Olona, tra Fagnano e Gorla Maggiore. Qui un associazione di volontari ha completamente riqualificato la zona, rendendola fruibile dai cittadini. Un bel modo per ricordarci una cosa molto semplice, purtroppo dimenticata dopo anni di sfruttamento industriale: l’Olona è un fiume e come tale dovrebbe essere punto di incontro tra le persone. Dovrebbe poter essere normale passeggiarle vicino e ritrovasi lungo le sue sponde. Ad Approdo Calipolis è possibile farlo. Questo ci ha spronato a proseguire la nostra “battaglia” con ancor più vigore, per impedire che la Valle sia deturpata da un mega impianto di trattamento di rifiuti pericolosi e sia sempre più vivibile. 

olona approdo

Oggi, in particolare, gruppi di cittadini e Legambiente si sono ritrovati in mattinata all’Approdo per ripulire le sponde dell’Olona dai rifiuti che purtroppo qualcuno continua a gettare nel fiume [qui trovate una gallery fotografica dei volontari al lavoro].

Noi eravamo presenti con nostro banchetto, per continuare la raccolta firme, informare e coinvolgere sempre più persone nella causa del Comitato [questo il nuovo volantino che stiamo distribuendo: aiutateci a diffonderlo!]. La questione Olona ci è sempre stata cara, sin dall’inizio della battaglia contro l’impianto Elcon. D’altronde le due cose sono strettamente connesse. Ricordiamo infatti che, con l’impianto in funzione, 150 mila metri cubi all’anno di acqua inquinata, derivante dal processo di lavorazione dei rifiuti, verrebbero inviati al depuratore di Olgiate Olona  e, da lì, al fiume! Il carico inquinante sversato indebolirebbe la potenzialità di un servizio di pubblica utilità che, già oggi, risulta in condizioni di criticità e peggiorerebbe, di conseguenza, la situazione dell’ Olona. 

Grazie a tutti i volontari intervenuti oggi e ad Approdo Calipolis per l’accoglienza!

CALIPOLIS